L’ open source ha vinto una battaglia o anche la guerra?

open source assistenza

Assistenza professionale open source, software libero, codici a disposizione di ogni sviluppatore. È dunque questa la nuova rivoluzione digitale?

In realtà si parla di software libero da molti anni, era il 1983 quando

“Richard Stallman, uno degli autori originali del popolare programma Emacs e membro di lunga data della comunità hacker presso il laboratorio di intelligenza artificiale del Massachusetts Institute of Technology (MIT), fondò il progetto GNU con l’intenzione di creare GNU: un sistema operativo completamente libero”

CIT: Wikipedia che continua

“Grazie alla collaborazione di molti sviluppatori volontari, all’uso di Internet presso università e istituti di ricerca per la coordinazione del progetto e al kernel Linux di Linus Torvalds, nel 1991 nacque GNU/Linux, un clone di Unix liberamente utilizzabile, modificabile e ridistribuibile. “

Di tempo ne è passato molto e anche di lotte tra la filosofia open e quella non open.

Ma negli ultimi anni la diffusione del software libero, la sua flessibilità e le sue molteplici applicazioni hanno costretto anche i più acerrimi nemici ad ammettere che le potenzialità offerte intrinsecamente dall’open source sono davvero tante.

Ne è dimostrazione la recente adesione di Microsoft alla Linux Foundation, come si può leggere scorrendo il seguente articolo

https://tecnologia.libero.it/microsoft-apre-allopen-source-ed-entra-nella-linux-foundation-2760

“Scott Guthrie, Vice President di Microsoft Cloud ed Enterprise Executive, ha commentato: “Linux Foundation è la casa non solo di Linux, ma anche dei progetti più innovativi della comunità open-source. Siamo entusiasti di aderire alla Linux Foundation” “

Ma non solo, addirittura Windows 10 vuole fare un “trapianto di cuore” e sarà un cuore linux, come è meglio descritto in quest’altro articolo

https://tecnologia.libero.it/windows-10-avra-un-cuore-linux-27537

Naturalmente questo non significa che il software con codice non modificabile sparirà, ma sicuramente significa che i prodotti open sono stati ormai “sdoganati” e questo apre nuovi scenari.

Si perché si fa presto a dire open, ma per poter implementare prodotti di questo tipo servono delle conoscenze specifiche.

Più questi prodotti diventano di uso comune, più è necessario avere personale specializzato che li sappia manutenere. 

Per questo in Enterprise OSS è stata creata una divisione apposita, denominata Assistance (Assistenza) che mette a disposizione le conoscenze acquisite in 20 anni sul campo, una vera e propria assistenza professionale open source.

Tutti gli IT manager che hanno bisogno di una consulenza vi si possono rivolgere e lo stesso si può dire di quei titolari d’azienda, magari abituati a fare da se con i sistemi informativi e che hanno la necessità di figure di riferimento a cui affidarsi per le loro esigenze.

Non di meno questa divisione può fare al caso di chi ha sempre voluto provare in produzione soluzioni open, ma non ha mai osato per mancanza di esperienza.

L’invito dunque è a dare un’occhiata qui

https://www.enterpriseoss.com/assistance

potreste trovare il partner tecnologico che da tanto stavate cercando e finalmente parla la vostra lingua madre.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

lasciaci un FeedBack

Dicci cosa pensi del nostro sito