Smart Working

smart working

Questa settimana prendiamo spunto da alcuni articoli, uno preso dal sito Ansa.it

https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2020/02/24/coronavirus_c624c27e-1e0f-4367-8c09-e66861142ff7.html

E l’altro scritto da uno dei nostri associati: la Nexsys di Francesco Pandiscia e rilanciamo il tema dello smart working

https://www.nexsys.it/blog/il-presente-e-smart-il-futuro-e-seaside/

L’attualità, che ci impone restrizioni e le misure prese per limitare la diffusione del virus covid-19 più noto come coronavirus, hanno portato alla ribalta un tema a noi molto caro.

In Enterprise OSS abbiamo adottato da tempo la logica di azienda distribuita, aggettivo mutuato dal mondo dei database, degli storage o anche delle moderne tecnologie blockchain.

Nel nostro caso si tratta dell’estensione del concetto di lavoro da casa o telelavoro o appunto smart working.

Questo ci permette di lavorare in luoghi remoti dando assistenza professionale a chi la richiede, ma lo facciamo anche confrontandoci in videoconferenza e cooperando in modo concorrente su file e dati comuni in tempo reale.

Strumenti:

Uno degli strumenti che ci aiuta a svolgere queste attività è sicuramente Nextcloud del quale ITServicenet, tra le aziende fondatrici di Enterprise OSS, è divenuta nel 2020 partner italiano ufficiale.

Azienda distribuita significa anche più sedi fisiche in cui incontrarsi nel caso in cui la virtualità non sia sufficiente.

È così che possiamo incontrare al nostro laboratorio in Lombardia dei nuovi associati o partecipare ad un evento fisico in una sala conferenze del Veneto, il tutto grazie alla rete che abbiamo creato che ci permette di lavorare in diversi luoghi contemporaneamente.

Naturalmente gli strumenti che usiamo ci permettono di mantenere il nostro lavoro al sicuro.

Nextcloud infatti è ospitato sul servers proprietari e in datacenter europei, dunque gdpr compliant.

Gli associati dunque godono dei vantaggi derivanti dalle conoscenze condivise e del networking che l’associazione stessa favorisce con gli altri componenti.

Ma offre anche assistenza su strumenti digitali come quello sopracitato e luoghi fisici delocalizzati ben più comodi di una sede legale unica.

Un esempio:

Di seguito mostriamo un semplice esempio di lavoro in mobilità svolto esclusivamente con un smartphone sul quale è installata la versione mobile di Nextcloud, sincronizzata con il nostro server centrale.

Noterete come i dati raccolti tramite scansione vengano poi messi a disposizione di tutti tramite il cloud senza lasciare traccia sullo strumento, questo mette in luce due vantaggi importanti:

1. Lo spazio sul dispositivo mobile rimane libero. 

2. Le informazioni vengono messe al sicuro e sono sempre accessibili, previa conoscenza degli accessi alle cartelle condivise del drive.

Gli eventi infausti che in questo periodo storico stanno ostacolando le attività del quotidiano e in generale spaventando molte persone, possono essere annullati, almeno dal punto di vista della produttività.

È sufficiente adottare la filosofia dello smart working e avvalersi di strumenti intelligenti che ci permettano di continuare a lavorare al sicuro da virus informatici, come si è soliti pensare, ma anche da quelli biologici.

Alla prossima settimana.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Privacy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

lasciaci un FeedBack

Dicci cosa pensi del nostro sito